Alcamo, auto d’epoca: la città domani ospita il glorioso “Giro di Sicilia” – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Alcamo, auto d’epoca: la città domani ospita il glorioso “Giro di Sicilia”

Domani, sabato 12 giugno, a partire dalle ore 16:30 Alcamo ospiterà la manifestazione d’Auto d’Epoca “XXX Giro di Sicilia–XL edizione La Sicilia dei Florio”. Circa 150 autovetture storiche attraverseranno le principali strade alcamesi, effettuando l’arrivo della  terza tappa del ‘Giro’ in piazza Ciullo. La manifestazione, organizzata dal ‘Veteran Car Club Panormus’ di Palermo, riveste sia un valore sportivo che sociale e turistico, oltre ad avere una rilevanza nazionale ed internazionale poiché è iscritta al calendario Asi, (Automotoclub Storico Italiano), nonché a quello internazionale Fiva (Federation Internationale des Vehicule Anciens). Le auto d’epoca attraverseranno il territorio partendo da via Gammara, Corso Generale dei Medici, piazza De Carolis, Corso VI Aprile e Piazza Ciullo. Proprio qui è previsto l’arrivo della terza tappa, e si ripartirà da via Mazzini, piazza Castello, via Commendatore Navarra, via Florio, piazza Bagolino, via dell’Alto Mare, via Varvaro, via San Nicolò, via Ingham, via Spirito Santo, via San Gaetano e dunque si uscirà dal territorio comunale imboccando il bivio dell’autostrada per Palermo. «Siamo molto lieti di poter ospitare questa manifestazione – dichiara l’assessore allo Sport, Filippo Salato – che coniuga sport, storia e tradizione, capace di attrarre sia gli appassionati d’auto epoca che un più vasto pubblico incuriosito dalla bellezza e dal valore storico delle auto partecipanti. L’amministrazione accoglierà i circa 150 corridori in Piazza Ciullo, omaggiandoli con una bottiglia di Vino Bianco Alcamo Doc”. Ad essere rievocata è l’antica corsa inventata da Vincenzo Florio nel 1912, che dopo quasi un secolo di storia continua ad affascinare e ad attirare appassionati di auto storiche italiani e stranieri. L’edizione del trentennale prevede due trofei significativi: quello dedicato alla “madrina” del Giro di Sicilia, Costanza Afan De Rivera Costaguti, discendente della famiglia Florio scomparsa nel settembre 2020, e quello intitolato a Roberto Pirera, noto cultore palermitano del motorismo storico e vittima del Covid. Il Giro di Sicilia ha anche una profonda anima solidale: partecipa alla Maratona del Sorriso per supportare le attività di clown terapia, così come all’evento sociale Vivere un Sogno grazie alla presenza dell’equipaggio formato da Ninni Gambino e Pietro Boncimino, due appassionati diversamente abili a bordo di una iconica Fiat 600 dotata di comandi manuali. Un’esperienza per trasmettere il messaggio di un motorismo storico senza barriere, come dimostrato dal progetto “Classica & Accessibile” lanciato proprio quest’anno da Asi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.