Covid, oggi screening scolastico nelle zone rosse di Partinico e Borgetto – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Covid, oggi screening scolastico nelle zone rosse di Partinico e Borgetto

Al via da oggi lo screening che, anche domani  interesserà gli alunni della  dell’infanzia, della primaria e della secondaria,  fino alla prima media, per valutare l’incidenza dei contagi covid nella popolazione scolastica di Partinico e Borgetto.  Nel pomeriggio di oggi, i test antirapidi verranno eseguiti alla Casa del Fanciullo e ai plessi Cassarà e Guida di Partinico e all’istituto comprensivo di Borgetto; domani toccherà agli alunni delle scuole Privitera—Polizzi e Archimede-La Fata. Le risultanze certificate dall’Asp permetteranno alla Commissione Straordinaria del comune di Partinico e al sindaco di Borgetto Luigi Garofalo, di decidere se continuare a tenere chiuse le scuole o di ripristinare l’avvio delle lezioni in presenza.    Il provvedimento di chiusura in atto,  per  sua natura eccezionale e derogatorio  rispetto alla  normativa nazionale che prevede l’operatività delle scuole dell’obbligo fino alla prima media anche in  zona rossa, verrà confermato solo se i dati rileveranno l’esistenza di focolai attivi all’interno dei singoli plessi. Ragion per cui è importante che tutti gli alunni vengano sottoposti allo screening per la tutela propria e dei rispettivi familiari. Attualmente, solo a Partinico ci sono 37 alunni delle scuole dell’obbligo tuttora in isolamento perché  positivi al Covid-19, 27, invece, gli studenti contagiati che frequentano gli istituti superiori Intanto il responsabile del Covid hospital di Partinico, Enzo Provenzano, conferma la gravità della situazione con i posti letto dell’area medica oramai tutti occupati e si dice certo che il gran numero di contagi registrato a Partinico e Borgetto sia conseguenza oltre che di riunioni familiari, anche delle  delle cattive abitudini praticate da chi si reca nei supermercati, come non sanificare le mani o non pulire con disinfettante i carrelli prima di impugnarli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.