Isola delle Femmine, l’ex sindaco Stefano Bologna rompe il silenzio e attacca la giunta – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Isola delle Femmine, l’ex sindaco Stefano Bologna rompe il silenzio e attacca la giunta

“Sono passati più di cento giorni, quasi 180, per la precisione, dal “miracolo elettorale” del cinque ottobre 2020 e, a Isola delle Femmine nulla si muove e quello che si era costruito nei sei anni precedenti “si distrugge”.

A sostenerlo in una lunga nota e’ l’ex sindaco di Stefano Bologna, attuale leader dell’opposizione consiliare che, in una lunga nota rompe il silenzio di questi mesi e attacca duramente il primo cittadino Orazio Nevoloso e la sua giunta per “immobilismo, incompetenza e sprechi”.

“Questa nuova amministrazione – afferma Bologna – dal suo insediamento non ha partorito una sola idea nuova, una sola iniziativa pubblica, ne’ alcun progetto di rilancio, insomma il vuoto assoluto: lungomare abbandonato, arredo urbano volutamente trascurato, isole pedonali adibite a parcheggi senza regole e senza decoro (sicuramente per agevolare i soliti amici, parenti e i candidati trombati). L’isola pedonale di fronte l’Isolotto nuovamente invasa ogni giorno da decine di automobili; il tratto di Viale dei Saraceni dal lido del Carabiniere fino al Gustosita, da Isola pedonale a parcheggio selvaggio, tutti i paletti che delimitavano le dune di sabbia di retrospiaggia divelti e abbattuti, trasformando questo tratto di lungomare ogni giorno percorso da centinaia di giovani, famiglie con bambini e sportivi in un luogo degradato e senza regole”.

Bologna addita l’esecutivo di “inadeguatezza amministrativa” e taccia il suo operato “volto esclusivamente a screditare chi l’ha preceduto come nel caso delle spese telefoniche da loro contestate: 50 mila euro spesi in 6 anni, dal 2014 al 2020 per un totale di circa, cioè 8 mila euro all’anno. E così, per coerenza, il sindaco del finto cambiamento, ha nominato come responsabile del primo settore lo stesso funzionario che negli anni dal 2009 al 2012 aveva liquidato spese telefoniche per 70 mila euro all’anno. Nei prossimi giorni – prosegue Bologna – metteremo al corrente i cittadini sul metodo che usera’ il sindaco Nevoloso per dichiarare il dissesto Finanziario ed economico del Comune di Isola delle Femmine. Infatti, con la nomina del nuovo responsabile del Settore finanziario – afferma Il leader dell’opposizione- ha punito il vecchio funzionario che ha salvato l’ente locale dal fallimento, lavorando giorno e notte per riportare i conti in ordine dopo lo scioglimento per mafia, in sinergia con la Corte dei Conti, il Consiglio Comunale, la Cassa Depositi e Prestiti l’Assessorato Regionale agli Enti Locali. Ha nominato, sempre per coerenza, un nuovo responsabile che – prosegue Bologna – in soli cinque giorni ha rimescolato e cancellato importi e poste per poter chiedere nei prossimi giorni il default con gravissime conseguenze per la cittadinanza in termini di servizi e aumento di tasse. Noi vigileremo – conclude il Consigliere di Un’altra Isola.. si Stefano Bologna – ci opporremo e non lo permetteremo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.