Cinisi-covid-19, focolaio in una casa famiglia: 5 ospiti su 10 contagiati (Video) – Tele Occidente

Tele Occidente

SITO IN MANUTENZIONE

Cinisi-covid-19, focolaio in una casa famiglia: 5 ospiti su 10 contagiati (Video)

Cinque  su dieci ospiti di una casa famiglia di Cinisi  sono risultati positivi al test rapido del coronavirus. Si tratta di persone con disabilità psichiche che, per il sindaco Giangiacomo Palazzolo avrebbero dovuto avere la priorità nella campagna vaccinale in corso. Insorge la preoccupazione tra gli operatori della casa famiglia e dei familiari delle persone assistite nella struttura.  “Una situazione allarmante che si poteva evitare” afferma il primo cittadino che ha allertato i vertici dell’Asp per avviare il protocollo previsto nei casi di focolaio.   A rischio vi sarebbero anche gli ospiti di un’altra casa famiglia che si occupa di persone anziane e che ancora non sarebbero state sottoposte alla vaccinazione.   

Intanto, da oggi a Cinisi sarà possibile effettuare la somministrazione del vaccino anti covid Astrazeneca ai cittadini ma anche agli abitanti dei paesi limitrofi, con un’ età compresa dai 70 ai 79 anni. Per prenotarsi basta essere forniti di tessera sanitaria e codice fiscale della persona che intende vaccinarsi, adoperando per la procedura la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane (prenotazioni.vaccinicovid.gov.it) o attraverso il portale regionale (www.siciliacoronavirus.it).

Oltre alla modalità online, è possibile prenotare   attraverso il call center dedicato, telefonando al numero verde 800.00.99.66 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi) o attraverso gli sportelli Postamat.

“Sono ben felice che Cinisi sia stato scelto come hub vaccinale della Sicilia – dice il sindaco Giangiacomo Palazzolo e ringrazio il Dott. Tranchina per aver scelto il nostro comune come centralità della tutela sanitaria. I nostri settantenni potranno così effettuare il vaccino a Cinisi senza spostamenti lontani, presso la Guardia Medica (Ospedaletto) di Piazzetta Caduti per la Patria. Vaccinarsi non è obbligatorio ma è sicuramente l’unico mezzo di difesa da questo virus – dice il sindaco di Cinisi Giangiacomo Palazzolo- l’unica speranza per poter finalmente superare questo momento buio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.