Montelepre, lavori “dubbi” e “bollette pazze” del servizio idrico : mozioni dell’opposizione

 Sollevano dubbi e perplessità i Consiglieri Comunali di Montelepre Simona DI Noto, Maria Cannavò e Giansalvo Purpura, sui lavori in corso per la riqualificazione di Piazza Ventimiglia e delle strade adiacenti all’omonima torre. A loro avviso,  i sottoservizi idrici e fognari presenti, compresi gli allacci secondari, sarebbero fatiscenti, obsoleti e deteriorati da tubi d’acqua che addirittura passano sotto quelli fognari. Da una interlocuzione avuta con l’ufficio tecnico, i Consiglieri hanno appurato che nel progetto  non è stato previsto il rifacimento delle condotte e, visto che la superficie delle strade verrà ricoperta da basolato temono che intervenire successivamente alla fine della messa in posa della pietra, oltre che difficile diverrebbe molto più oneroso per l’ente locale. Da qui la sottoscrizione di una mozione da sottoporre al voto del massimo consesso civico per impegnare il sindaco Maria Rita Crita Crisci a sospendere momentaneamente i lavori per eseguire uno studio per valutare la possibile fattibilità degli interventi necessari alle reti idriche e fognarie in corso d’opera,  attraverso una variante di progetto che può essere coperta dalle somme recuperate dal ribasso. I firmatari della mozione chiedono che alla seduta partecipino anche il direttore dei lavori e il capo settore lavori pubblico. “L’unica cosa che posso dire – afferma il sindaco Maria Rita Crisci  – è che ogni scelta riguardante le lavorazioni da eseguire e le modalità di conduzione del cantiere è  concordata tra direzione dei lavori ed il responsabile unico del procedimento in accordo con l’impresa esecutrice,  nell’ambito del progetto approvato e finanziato e nel rispetto della normativa vigente sugli appalti. La Direzione dei lavori, in maniera oculata e diligente sta già intervenendo – conclude il primo cittadino – in collaborazione con l’ufficio tecnico con il responsabile del servizio idrico comunale, sulla rete idrica e fognaria”.  Il gruppo consiliare “Insieme per Montelepre”, inoltre, interviene sugli errori contenuti dalle bollette per il canone idrico in distribuzione in questi giorni ai contribuenti. Secondo l’opposizione le fatturazioni conterebbero molteplici errori e, i cittadini ignari di questo si stanno comunque premurando a pagare il tributo.  Con un’altra mozione i Consiglieri Cannavò, Di Noto e Purpura chiedono il blocco delle eventuali bollette ancora non spedite affinchè vengano rielaborate e corrette, a verificare quanti cittadini ignari degli errori hanno già pagato  e portarli a conguaglio o a rimborso le cifre già  corrisposte.  Infine chiedono di spostare il termine di pagamento almeno di  un mese,  dopo aver emesso tutte le fatture corrette senza aggravio di sanzioni ed interessi. Ed è proprio di questa mattina l’avviso pubblicato sul sito web del Comune in cui l’amministrazione comunale sospende il pagamento delle bollette per il servizio idrico relative al secondo semestre del 2020, affermando che le stesse verranno sottoposte a possibile revisione stante la necessità di verificare la corretta applicazione delle tariffe vigenti. Nell’avviso si invitano i cittadini a sospendere il pagamento in attesa delle ulteriori determinazioni del comune di Montelepre che, in ogni caso, garantiranno un congruo slittamento della data di scadenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy