“Ristori ter”: 63 mila euro al comune di Isola e 111 mila a quello di Capaci per gli aiuti alimentari

Ammontano a 400 milioni di euro le risorse inserite nel decreto  Ristori ter e destinate ai Comuni italiani per fornire gli  aiuti  alimentari e  buoni  spesa per le famiglie e i cittadini piombati in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria. Per i Comuni della provincia di Palermo si tratta di risorse che in totale ammontano a 10,7 milioni di euro. Il Comune di Isola delle Femmine potrà disporre di 63.640,14 euro, mentre Capaci di 111.941,27 euro.  A tal fine il decreto ha istituito nello stato di previsione del Ministero dell’interno un fondo di 400 milioni di euro nel 2020, da erogare a ciascun comune, entro il 30 novembre 2020.  Con queste somme i Comuni possono acquistare  buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti in un elenco che ciascun Comune dovrà pubblicare sul proprio sito istituzionale;  generi alimentari o prodotti di prima necessità. Quanto ai beneficiari, l’ufficio dei Servizi Sociali di ciascun Comune deve individuare la platea tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, dando priorità a quelli non assegnatari di sostegno pubblico (RdC, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale; i quali comunque non saranno esclusi dalla platea dei beneficiari).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy