Carini, firmato decreto per conferire 80 tonnellate di indifferenziato a Trapani

Mentre resta fermo il ritiro dell’indifferenziato, per alleggerire l’insorgere o l’aggravarsi di emergenze ambientali e igienico sanitarie, il Dipartimento Rifiuti dell’Assessorato Regionale all’Energia ha emanato un decreto che consentirà al Comune di Carini di conferire una tantum pari ad 80 tonnellate di rifiuti solidi urbani indifferenziati non pericolosi, prodotti nel proprio territorio, presso l’impianto TMB gestito dalla Trapani Servizi s.p.a.

Il provvedimento prevede che il Comune ed i gestori dei servizi di raccolta osservino scrupolosamente le condizioni per l’accettazione dei rifiuti presso l’imoianto TMB, evitando frazioni estranee non conferibili, ovvero ingombranti, RAEE ed altro, per i quali occorre provvedere con separata raccolta.

I gestori degli impianti e dei TMB devono procedere con regolarità a tutti i controlli previsti, respingendo i carichi non conformi, ovvero individuando il materiale non ammissibile al trattamento ed allontanandolo o ricaricando lo stesso sui mezzi di conferimento ponendo i maggiori oneri a carico dei soggetti conferitori.

I gestori degli impianti devono adottare ogni utile provvedimento per assicurare la regolarità e la continuità del trattamento dei rifiuti, mantenendo in piena efficienza l’intero impianto, evitando interruzioni del servizio di pubblico interesse. Il Dipartimento resta estraneo ai rapporti contrattuali che le parti porranno in essere a seguito del presente provvedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy