Montelepre, dopo anni di violenze denuncia il marito, in manette 56enne

L’avrebbe offesa, umiliata e picchiata per anni, fino a quando, di fronte all’ennesima e furiosa lite, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri per denunciare il marito e porre fine ad una situazione familiare ormai divenuta pericolosa. E’ accaduto a Montelepre, dove i militari della locale stazione hanno messo le manette ai polsi di un 56 enne del luogo. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate in danno della coniuge. Nei suoi confronti, il tribunale di Palermo ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento della persona offesa. Quando i carabinieri guidati dal comandante Luca Furno sono giunti nella loro abitazione, la donna in lacrime ha raccontato anni di vessazioni subite, non solo fisiche, ma anche psicologiche. Bastava un nonnulla per far si che il marito andasse in escandescenza e la maltrattasse sia verbalmente che fisicamente. E se fino a quel  momento non aveva mai trovato il coraggio di denunciarlo, pensando di riuscire così a proteggere i loro figli, questa volta ha raggiunto l’apice della disperazione e del terrore, avendo temuto per la propria vita. La vittima di violenza ha raccontato tutto ai carabinieri, anni ed anni di soprusi e angherie che, fino a quel momento aveva sopportato in silenzio. Denunciando il marito, la donna ha posto fine ad un vero e proprio incubo vissuto tra le mura domestiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy