Carini, scrutatore referendum in ospedale per Covid-19; 16 contagi in tutto

Uno scrutatore presente in un seggio elettorale del comune di Carini al referendum dello scorso fine settimana, è finito in ospedale per il Covid-19.

Le sue condizioni non sono gravi. L’Asp ha già avviato una complessa indagine epidemiologica per mettere in primis in quarantena tutti gli altri scrutatori con cui il positivo è stato in contatto all’interno della sezione elettorale durante il referendum e per sottoporli successivamente al tampone.

Gli accertamenti interesseranno anche il suo nucleo familiare e non è ancora chiaro se interesseranno pure le persone che hanno votato nella stessa sezione.

In totale, le persone risultate positive al coronavirus, in base alle comunicazioni che l’Asp ha fatto al comune di Carini sono 16, di cui 15 asintomatiche e in isolamento domiciliare.

“Finora niente di allarmante – si legge in una nota del comune di Carini- a fronte di una popolazione di circa 40 mila abitanti e paragonando la situazione con comuni molto più piccoli che registrano il doppio dei contagiati. Naturalmente è sempre valido l’invito alla massima prudenza.
Seguiranno aggiornamenti alla cittadinanza in caso di eventuali sviluppi”.

Infine, per il comune “non si sono rilevati casi che possono far sospendere o ritardare l’attività didattica che domani inizierà regolarmente in alcune scuole che sono state già pulite e sanificate. Il comune è in continuo contatto con l’ufficio prevenzione dell’Asp per adottare i provvedimenti di competenza, adeguati alla tutela della pubblica salute”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy