Viabilità, in gara il 10 agosto i lavori per la Sp4 che collega Corleone a San Cipirello

Al via la gara d’appalto per i lavori di sistemazione di un tratto della strada provinciale 4 San Cipirello-Corleone. Si tratta di un primo grosso intervento in attesa di altri finanziamenti. Nei giorni scorsi è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana l’avviso della Città metropolitana di Palermo. La gara è prevista il 10 agosto. Il finanziamento, che risale al 2015, è del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed ammonta a 4.748.000 euro. I lavori interesseranno il tratto che va dal chilometro 14 fino a Corleone. L’intervento prevede la risagomatura dell’intera sede stradale e la posa di nuovo asfalto su un tratto di circa dodici chilometri interessato da diverse frane e smottamenti. Previste anche opere di messa in sicurezza. Si dovrà invece attendere per l’intervento sulla grossa frana al chilometro 9, nel tratto che costeggia «Pietralunga» e «San Loe». «Per quanto riguarda quelle frane – spiega l’ingegnere Salvatore Pampalone, responsabile della Direzione Viabilità – sono stati progettati due grossi interventi: uno da 4 milioni, l’altro da 5 milioni e 350 mila euro in attesa dei finanziamenti regionali e nazionali già programmati». Altri due interventi sono previsti inoltre sulla Strada provinciale 2 tra San Cipirello e Partinico. «Siamo molto soddisfatti di questo risultato – commenta il sindaco Nicolò Nicolosi – e sono orgoglioso di annunciare che la Città metropolitana di Palermo ha ricevuto il via libera dall’assessorato alle Infrastrutture per le procedure che riguardano la gara d’appalto per la Sp2 San Cipirello-Partinico. Il finanziamento ammonta a un milione e 600 mila euro. D’accordo con i sindaci del territorio, il Comune di Corleone sta coordinando tutte le attività connesse alla realizzazione dei lavori su queste importantissime arterie che, dopo l’indispensabile messa in sicurezza, consentiranno di raggiungere in modo agevole l’ospedale di Partinico, l’autost rada Palermo-Mazara del Vallo e l’a e ro – porto Falcone e Borsellino di Palermo. Il beneficio per chi le percorre ogni giorno sarà enorme». Dal 2013, a causa proprio della frana all’altezza di «Pietralunga», la strada è ufficialmente chiusa al transito. Ma viene comunque percorsa a rischio degli automobilisti. Per questo è nato un comitato intercomunale che da tempo chiede il ripristino della viabilità. Tanti gli appelli, e da più parti, per sollecitare in questi anni il ripristino della viabilità sulla Sp4. Amministratori locali, comitati civici, attività produttive, pagine social e perfino l’a rc ive s covo di Monreale, Michele Pennisi. La sp4, insieme alla sp2 collega –infatti- l’entroterra corleonese con la valle dello Jato ed il golfo di Castellammare. Numerose sono inoltre le aziende agricole e zootecniche, presenti nel territorio, che lamentano danni economici per l’impossibilità di raggiungere terreni e capannoni. Negli anni scorsi, per bypassare la frana del tratto «Pietralunga», agricoltori e allevatori si autotassarono per realizzare una bretella abusiva ma finora indispensabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy