Alcamo, i Calandra&Calandra hanno spopolato a “La Dedica” di Rai Tre (Video)

I Calandra & Calandra sono stati i protagonisti, ieri sera, de “La Dedica”   il nuovo programma Rai ideato e condotto da Pino Rinaldi in onda in prima serata su RAI 3, con la regia di Fabrizio Berruti e la collaborazione di Raffaele Festa Campanile che, propone un viaggio nell’Italia dei cantanti, fatto di storie e di paesi dove la musica racconta la vita e i sentimenti; artisti noti e amati nel territorio di appartenenza e soprattutto con un incredibile seguito sui social.   Con scene girate tra Alcamo e Castellammare del Golfo,  la serenata “Nun Viu L’ura”, di Maurizio e Peppe Calandra, ha fatto da cornice ad una storia d’amore;    una vera proposta di matrimonio raccontata in tv, quella degli alcamesi Gianni e Claudia; ma i riflettori sono stati puntati soprattutto sulla vita familiare ed artistica dei due musicisti che hanno alle spalle  oltre dieci anni di attività e produzione musicale di brani appartenenti alla tradizione popolare siciliana e inediti, arrangiati in chiave moderna. Tra questi “Lu Matrimoniu” il cui video ha raggiunto 7 milioni  di visualizzazioni, “Sicilianu Tipu Stranu” con cui sono arrivati alla finale nazionale del contest radiofonico Capitalent. I “Calandra & Calandra” sono stati selezionati, tramite il web, da YouTube grazie anche ai tanti video clip realizzati e che ha permesso loro di farsi notare dal grande pubblico. 8 milioni e 700 mila i click ricevuti su Youtube, 300 circa gli spettacoli portati in scena, tra esibizioni e concerti che stanno subendo lo stop dell’emergenza coronavirus; una tournèè in Guatemala, tre a New York,  una in Canada, in Svizzera e in Belgio;  35 brani incisi di cui 5 inediti, 2 cd prodotti: “Sicilia Incantata” e “’Nzemmula, 13 videoclip prodotti e 16 diversi premi vinti in campo nazionale.  Giuseppe e Maurizio Calandra, rispettivamente di 59 e 50 anni, sono nati in una famiglia da sempre dedicata all’artigianato e al commercio. Per sbarcare il lunario Maurizio ha svolto diversi lavori, dal magazziniere alle lavorazioni della terra, mentre Giuseppe si è occupato di noleggio di videogiochi. Il padre, che oggi  ha 84 anni, ha però sempre incoraggiato i due figli, ai quali ha trasmesso la vena artistica. Proprio lui, da giovane, andava in giro con la chitarra per allietare i matrimoni, ma soprattutto per suonare le serenate agli innamorati. Calandra & Calandra sono riusciti a “sdoganare” il dialetto grazie anche al valore e alla bellezza delle loro composizioni, intraprendendo un percorso di recupero della musica popolare siciliana, rivisitandola con contaminazioni musicali di vario genere e che grazie a “La Dedica” ieri ha bucato il piccolo schermo facendosi conoscere dal vasto pubblico televisivo nazionale. Complimenti ai due artisti alcamesi per avere rappresentato la Sicilia e la sicilianità in tv, quali autentici ambasciatori di cultura e tradizione siciliana.

play-sharp-fill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy