Terrasini- Tragedia Nuova Iside: il legale Aldo Ruffino affronta i risvolti investigativi (Video)

Ha parlato delle indiscrezioni emerse sulla stampa in merito ai contenuti della scatola nera sequestrata alla Nave Vulcanello, l’avvocato Aldo Ruffino, il legale incaricato dalle vedove Rosalba Cracchiolo e Cristina Alaimo,  per far luce sulla tragedia della Nuova Iside, il peschereccio della marineria di Terrasini affondato un mese fa a 12 miglia a nord di Capo San Vito. Ma anche di altri risvolti investigativi e giudiziari che si vanno delineando nell’inchiesta della Procura della Repubblica in corso per ricostruire la vicenda che è costata la vita a Matteo, Giuseppe e Vito Lo Iacono, ancora disperso,  ed accertare eventuali responsabilità. Intanto, la tavola di legno rinvenuta sui luoghi delle ricerche, presumibilmente appartenente al motopesca Nuova Iside, è stato già inviato al cantiere di Antonio Montesanto che ha costruito l’imbarcazione, a Cairati, in Calabria, per accertarne la matrice. Altro dettaglio rilevante sui cui la Procura sta indagando, è il tracciato pubblicato online dal sito Marinetraffic da cui si evince che, la sera del 12 maggio, alle 23,02 esatte, la Nave Vulcanello scende, da una velocità di marcia costante di nodi 12,3  ad 11,9 nel giro di pochi secondi, per ritornare gradualmente a 12,3 già alle 23,07.   Secondo quanto pubblicato da Live Sicilia, i tecnici che stanno analizzando la scatola nera della petroliera, non avrebbero rilevato audio vocale dell’equipaggio a quell’ora, ma solo forti rumori. Dettaglio che fa ipotizzare che al momento della presunta collisione tra la Nave e la Nuova Iside, nella cabina di comando poteva non esservi personale.

 

play-sharp-fill

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy