Terrasini, due famiglie distrutte dal dolore per la tragedia della Nuova Iside (Video)

Il dolore di Rosalba Cracchiolo, vedova di Matteo Lo Iacono e madre di Vito non troverà mai consolazione fino a quando i resti dell’amato figlio resteranno in fondo al mare. È certa che sia rimasto incastrato sul suo peschereccio, il Nuova Iside, affondato a 12 miglia a nord di Capo San Vito nella notte tra il 12 e il 13 maggio scorsi.

Ad un mese dalla tragedia che ha distrutto due famiglie e toccato l’intera comunità, autorità marittime, civili e religiose e i familiari,  si sono ritrovati questa mattina al porto di Terrasini, proprio sulla banchina in cui il comandante Vito Lo Iacono, ancora disperso, ormeggiava il suo motopesca di cui andava tanto fiero. 

Sul posto, i sindaci di Terrasini e Cinisi, Giosuè Maniaci e, Giangiacomo Palazzolo, hanno lanciato una corona di fiori in mare in memoria dei tre capitani coraggiosi che hanno perso la vita in circostanze ancora tutte da chiarire.

Anche Cristina Alaimo, vedova di Giuseppe Lo Iacono e il figlio Matteo appena 18enne, chiedono giustizia.

play-sharp-fill

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy