Amministrative, dubbi per molti candidati a sindaco sulla data; Montelepre al voto nel 2021

La scadenza naturale del mandato del sindaco di Montelepre Maria Rita Crisci è prevista il prossimo mese di novembre. Se confermata la data del 4 ottobre per le amministrative in Sicilia, il turno di Montelepre slitta alla tornata elettorale di primavera 2021.

Una novità che, se confermata, fa tirare un sospiro di sollievo al primo cittadino uscente, ancora alle prese con le limitazioni delle norme anticovid, ma anche ai suoi papabili antagonisti che avranno più tempo per affrontare la campagna elettorale.

Ma non è ancora detta l’ultima parola. Perché come già avvenuto in passato, sebbene il governo Musumeci abbia fissato al prossimo 4 ottobre la data delle elezioni comunali per 62 comuni siciliani, non è escluso che questa possa ulteriormente slittare.

Questo turno autunnale, quasi a ridosso della chiusura della stagione estiva, fa storcere il naso sia ai sindaci uscenti, ma anche a papabili candidati che tenteranno di conquistare le poltrone di primo cittadino.

In una città come Carini, ad esempio, dove la fase di vacatio si conclude il 14 settembre con i festeggiamenti del Santissimo Crocifisso, protettore della città (norme anticovid permettendo), potrebbe non consentire ai candidati, sindaco uscente compreso, di fare un’efficace campagna elettorale che possa incidere nell’interesse della comunità.

La data non è piaciuta al candidato sindaco Ambrogio Conigliaro, né tantomeno all’antagonista Salvatore Sgroi, poiché significa “svolgere una campagna elettorale in piena estate mentre gli elettori vivono le loro vacanze”.   A questo, Sgroi aggiunge che, in ogni caso, visto che “siamo in  periodo di  prorogatio  legislativo, auspico  che il consiglio e  l’amministrazione comunale lavorino  in sinergia totale, occupandosi  quasi esclusivamente degli atti ordinari e degli atti che presentano carattere di urgenza, rimandando alla prossima classe dirigente le decisioni che investono di fatto il futuro della nostra Città”.

Di parere opposto il candidato a sindaco di Carini Pier Paolo Pellerito che, considera ottima la scelta della Giunta regionale nell’indicare il 4 ottobre quale data per le amministrative. “Magari – afferma – visto che il 4 ottobre si festeggia San Francesco d’Assisi, Santo protettore della nostra amata Italia, magari è un segnale anche per Carini che ne ha bisogno”.

Anche il candidato a sindaco Gianfranco Lo Piccolo non appare preoccupato. “Lavoriamo da diversi anni a questo progetto e la data delle elezioni cambia poco per noi – dice – perché il lavoro importante lo abbiamo svolto in questi anni. La nostra squadra rispetto a 5 anni fa è cresciuta e abbiamo implementato il nostro programma migliorando quello che era necessario alla luce del fatto che Carini in questi 5 anni è ulteriormente cambiata e alcune priorità rispetto anche alla pandemia che abbiamo vissuto sono cambiate. Stiamo rinforzando l’aspetto legato allo sviluppo economico locale  – conclude – per dare risposte immediate a chi ha subito danni enormi da questa situazione. Per il resto siamo pronti ad affrontare con entusiasmo e grandi motivazioni le elezioni.

 Semmai la tornata elettorale dovesse slittare di un altro mese, anche il comune di Montelepre rientrerebbe nell’elenco degli enti locali siciliani in cui gli elettori potranno rinnovare i Consigli Comunali ed eleggere il sindaco.

In precedenza, le elezioni erano state fissate il 24 maggio  e successivamente il 14 giugno. Ma, in entrambi i casi, visto l’evolversi della situazione emergenziale dovuta all’epidemia, la tornata elettorale era stato rinviata al secondo semestre 2020, in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 novembre.

Non è escluso, quindi, un ulteriore rinvio.

Intanto, sulla decisione attualmente decretata, a seguito dell’emergenza Covid 19, in questa tornata elettorale le urne saranno aperte due giorni: domenica 4 ottobre (dalle 7 alle 22) e lunedì 5 (dalle 7 alle 14).

Lo scrutinio delle schede si terrà immediatamente dopo la conclusione delle votazioni. La costituzione dell’Ufficio elettorale, nei vari seggi, avverrà il sabato pomeriggio.

Tra i comuni più grandi coinvolti nel nostro comprensorio Carini e Partinico; su quest’ultimo ente locale, però, pende ancora la spada di damocle dello scioglimento per infiltrazioni mafiose, su cui il Consiglio dei Ministri dovrebbe decidere a breve. Inoltre si vota anche ad Isola delle Femmine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy