Partinico, revocata interdittiva antimafia alla San Domenico srl

Per i giudici del tribunale amministrativo l’azienda vitivinicola San Domenico srl di di contrada Sant’Anna a Partinicom è gestita in modo regolare, perciò è stata annullata l’interdittiva antimafia. Il Tar -riporta oggi il Giornale di Sicilia- ha accolto il ricorso presentato dai legali dell’impresa di proprietà di Vito Lo Cricchio, gli avvocati Carlo Comandè, Tiziano Pellegrino e Patrizia Saiya. L’imprenditore di 27 anni, è il figlio di Ottavio Lo Cricchio condannato nel 2009 in appello alla pena definitiva di sette anni per associazione mafiosa. L’azienda vitivinicola San Domenico srl era stata sequestrata nel 2013, perchè ritenuta provento di attività illecite, ma dopo 2 anni non subì la confisca; infatti Vito Lo Cricchio incesurato, ha dimostrato di aver regolarmente gestito

in maniera esclusiva l’azienda e con propri capitali tutti regolari quindi senza interferenze da parte del padre, contrariamente a quanto ritenuto nel 2017 dalla Prefettura che aveva emanato l’interdittiva antimafia, adesso revocata dal TAR. Contro questa decisione, la Prefettura ha avanzato ricorso al CGA (all’istanza si è unito il Comune di Partinico), in quanto -si legge nel ricorso- “gli elementi significativi di un rischio di infiltrazioni mafiose nell’impresa sono risultati preponderanti e suffragati da un materiale giudiziario concordante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy