Controlli antibracconaggio, i carabinieri forestali multano diversi cacciatori del trapanese

Controlli antibracconaggio in provincia di Trapani eseguiti dai militari del Centro Anticrimine Natura. Svariate sanzioni amministrative sono state elevate nel corso dei servizi di contrasto effettuati per arginare il fenomeno sempre più in crescita. Un trapanese è stato sorpreso nel territorio di San Vito Lo Capo, in località Piano di Sopra ad esercitare attività venatoria nei confronti di specie non cacciabili ed utilizzando richiami acustici a funzionamento elettromagnetico. I militari gli hanno sequestrato un fucile cal. 20 marca beretta; 3 cartucce dello stesso calibro,  1 dispositivo di richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico completo di accessori, 3 casse di amplificazione acustica comprese di accessori; una lampada a led montata su elastico per essere calzato in testa usata durante la caccia illegale notturna e gli esemplari clandestinamente abbattuti.  A suo carico sono state elevate tre sanzioni amministrative, per un importo complessivo di € 720,00,  per non aver segnato i dati prescritti sul tesserino regionale e per aver praticato l’esercizio venatorio in forma diversa da quanto previsto dalla l.r. sicilia 33/97. Nello stesso con altre tre sanzioni amministrative per un totale di oltre 617 euro, sono state elevate  ad un castellammarese sorpreso a Marausa, ad un ericino e ad un sanvitese, per mancata annotazione sul tesserino regionale della giornata di caccia, per non aver segnato i capi abbattuti e per esercizio venatorio svolto a distanza inferiore ai 150 mt dal ricovero di bestiame.   L’operazione antibracconaggio dei carabinieri forestali proseguirà per contrastare  in tutti i modi le condotte illecite che spesso portano alla morte di esemplari rari, in via di estinzione, particolarmente protette come il falco Pecchiaiolo ucciso lo scorso 14 settembre nel marsalese, o l’Avvoltoio Capovaccaio e l’aquila di Bonelli uccisi l’anno scorso tra Fulgatore e Mazara del Vallo da colpi di arma da fuoco esplosi da Cacciatori.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy