Borgetto, si getta in un pozzo: salvato dai carabinieri

  Salvato in extremis  dai  carabinieri della sezione radiomobile  della compagnia di  Partinico, un uomo di 63 anni di  Borgetto , affetto da disturbi  psichici, che si è buttato in un pozzo pieno  d’acqua, profondo 4 metri. A chiedere l’intervento dei  militari  dell’arma , la vicina di casa, proprietaria della cisterna. Senza il tempestivo  intervento  dei militari dell’arma  , che in spregio  del pericolo si sono immersi nel pozzo, l’uomo sarebbe  andato incontro a morte sicura . Quando i carabinieri  sonno arrivati sul posto , vedendo che non c’era un attimo da perdere, perché l’uomo aveva già tutto il corpo immerso nell’acqua ,con le sole braccia in superficie e inoltre non dava segni di coscienza,  in una lotta contro il tempo, uno dei due militari della pattuglia,  si è immerso subito nella cisterna ancorandosi alle pareti spingendo  con le  gambe da una parte e dall’altra del pozzo , riuscendo  così nella difficile impresa di  tirare fuori  dal pozzo il malcapitato che è stato preso dall’altro militare che era rimasto a  bordo della cisterna. Il 63enne  non ha riportato alcuna  ferita . Se gli è stata salvata la  vita lo deve soltanto  alla grande umanità, professionalità e celerità d’intervento  dei  due carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy