Partinico, 19 bandi per assegnare immobili tolti ai boss mafiosi

La revoca per il terreno di contrada Bosco Falconeria fa salire a 19 il numero dei beni inseriti piano di valorizzazione degli immobili confiscati alla criminalità organizzata e destinati a finalità sociali. Il piano redatto dal segretario dell’Ente Lucio Guarino comprende terreni e fabbricati da concedere per finalità sociali, a titolo gratuito ad associazioni o enti senza scopo di lucro, attraverso procedure di evidenza pubblica e selezionati sulla base di progetti di sviluppo presentati dagli stessi interessati. «Il piano – dice il segretario generale – adesso dovrà andare in consiglio comunale per la definitiva approvazione, dopodiché si farà un maxi bando aperto a tutto il territorio per consentire alle associazioni o agli enti interessati a presentare le proposte di valorizzazione che saranno valutate da un’apposita commissione comunale, che sarà presieduta dallo stesso segretario». Il valore dei 18 beni confiscati ammonta ad alcune centinaia di migliaia di euro. Tra i beni nell’elenco: due terreni di cui uno in contrada Monacelli e l’altro in contrada Piano del Re , appartenuti a Giovanni Bonomo; un terreno in contrada Margi Soprana, confiscato alla famiglia Vitale-Fardazza; un terreno in contrada Azzalora appartenuto a Salvatore Toia; un terreno in contrada Bisaccia che fu di proprietà di Giuseppe Amato; un terreno più fabbricato in contrada Campo, appartenuto a Francesco Paolo Di Giuseppe. E ancora: diversi terreni in contrada Valguarnera tolti alla famiglia Vitale; due fabbricati in contrada Corso, un terreno in contrada Valguarnera e un altro in contrada Podere Reale tolti anch’essi alla famiglia Vitale; un terreno con edificio in contrada Albachiara, un altro edificio in via Potenza (contrada Podere Reale) e un terreno agricolo in contrada Spatafora, appartenuti tutti a Francesco Lo Iacono; un terreno più due edifici in contrada Pantalina che furono di proprietà di Matteo Giovanni Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy