Capaci, l’opposizione contraria ai reflui di Cinisi e Terrasini nel depuratore consortile (Video)

Il gruppo consiliare di opposizione “Siamo Capaci”, contrario al progetto di convogliare le acque reflue dei collettori fognari di Cinisi e Terrasini al depuratore consortile di Contrada Ciachea, sollecita la Giunta Puccio ad avviare un’azione più incisiva per contrastare il progetto che intende portare avanti il Commissario Straordinario per la depurazione delle acque in Sicilia Enrico Rolle. I consiglieri Denis Beatrice Vassallo, Donata Longo ed Erasmo Vassallo sostengono che “è necessario valutare attentamente la pericolosità potenziale di una iniziativa che genererebbe un impatto ambientale così esteso sul territorio dalle conseguenze non immaginabili. Anche perché, a loro avviso, si assiste già a frequenti intoppi nelle procedure di smaltimento delle acque reflue che provocano conseguenti sversamenti in mare”. Secondo i firmatari del documento, “le azioni, pur apprezzabili avviate al riguardo dai sindaci del comprensorio, non sarebbero sufficienti; anzi – si legge nella nota – il ruolo istituzionale che svolgono e possibili questioni di opportunità politica possono indebolire la loro forza di rappresentare la volontà della cittadinanza. L’Amministrazione e il Consiglio Comunale di Capaci, a loro avviso, dovrebbero assumere un ruolo guida nella determinante azione di interrompere un progetto che potrebbe compromettere irrimediabilmente il futuro assetto del territorio”. Il gruppo consiliare Siamo Capaci, lancia un appello ai cittadini, affinchè si adoperino con la costituzione di comitati civici che affianchino e supportino in tal senso l’azione amministrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture