Carini, sindaci dicono “No” ai reflui di Cinisi e Terrasini in c.da Ciachea (Video)

Hanno ribadito il proprio no, i sindaci i Carini, Capaci, Isola delle Femmine e Torretta, all’ipotesi di confluire i collettori fognari di Cinisi e Terrasini al depuratore di contrada Ciachea. Seduti attorno ad un tavolo, Giovì Monteleone, Pietro Puccio, Stefano Bologna e Salvo Gambino, si dicono pronti ad avviare tutte le iniziative necessari, non escludendo la mobilitazione popolare, per contrastare questo progetto che, è basato sull’errata valutazione che l’impianto sia sovradimensionato. Dati statistici, secondo gli amministratori, comprovano che i 4 comuni consorziati , hanno già un carico urbanistico notevole adeguato all’attuale dimensionamento del depuratore. Basti pensare che solo nel territorio di Carini insistono più di 36 mila unità immobiliari, oltre agli opifici presenti nella zona industriale. Quindi, così come è stato messo a verbale, con il dovuto rispetto per il Commissario unico per la depurazione delle acque in Sicilia che, ha il potere di realizzare il sistema fognario superando pareri di altri enti , per i sindaci consorziati la fattibilità dell’opera è fantasiosa oltre che azzardata. Infine, gli amministratori definiscono “non è accettabile” la conclusione del Commissario che “ l’intervento consentirebbe di evitare lo scarico dei reflui dei comuni di Cinisi e Terrasini nella area sensibile del Golfo di Castellamare dove insiste la Riserva Naturale dello Zingaro”, a discapito del Golfo Di Carini, dove oltre a frequentatissime e rinomate spiagge, insiste pure l’area marina protetta di Isola delle Femmine – Capo Gallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture