Carini, sequestrati dalla polizia 300 Kg di hashish

Circa 300 chili di hashish sono stati sequestrati a Carini dalla polizia, che ha fatto scattare le manette ai polsi di un uomo. La droga immessa sul mercato avrebbe fruttato un milione e mezzo di euro. Nei giorni scorsi, nell’ambito dei controlli disposti dal questore in vista della Conferenza sulla Libia e grazie anche ad alcune informazioni sul possibile arrivo di un ingente quantitativo di droga nella provincia palermitana, gli agenti della Squadra mobile hanno individuato un bancale in legno, alto e largo circa 1,20 metri, con una copertura di legno e cartone con su scritto ‘fragile’, proveniente dalla Campania. La bolla, acquisita dai poliziotti, faceva riferimento al trasporto di fantomatici vasi di terracotta artigianali ed era caratterizzata da alcune inesattezze e generiche indicazioni. Insospettiti dalle anomalie registrate, gli agenti hanno proceduto a ispezionare il contenuto del bancale scoprendo 10 valigie in juta, ciascuna delle quali contenente tre confezioni termosigillate in plastica verde, con all’interno 10 panetti del peso di un chilo ciascuno, per un totale complessivo di circa 300 chili di hashish. L’uomo che trasportava la droga è stato arrestato, sono in corso indagini per accertare eventuali altre responsabilità. “L’ingente quantitativo di stupefacente era tale da soddisfare le esigenze delle varie piazze di spaccio anche in ambito provinciale”, spiegano dalla Questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy