Carini, i precari presidiano giorno e notte il palazzo comunale

Continuano a presidiare il Palazzo Municipale di Carini giorno e notte i 105 precari che, sebbene giuridicamente riassunti per altri due mesi, dal 30 aprile sono sospesi dal servizio che svolgevano da oltre 25 anni, per l’ente ormai in dissesto finanziario.

Non mollano la presa i lavoratori che temono per il loro futuro occupazionale. Da una settimana soffrono per le incertezze derivate dalla sospensione e per l’impossibilità, a fine mese, di percepire il regolare stipendio.

Dopo il vertice di mercoledì, anche stamattina, all’assessorato regionale agli Enti Locali, è in corso un altro incontro sulla vicenda che li riguarda. Diversi consiglieri comunali sollecitano i deputati all’Ars di riferimento per sposare la causa e trovare una soluzione immediata. Due giorni fa sono stati i consiglieri del Pd e di Azione Popolare a fare pressione sulla vertenza, mentre oggi sono i rappresentanti del Pdr che sono andati a bussare alla porta dell’Assessorato.

GUARDA IL SERVIZIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture