105 precari del Comune di Carini sospesi dal servizio anche se, giuridicamente “salvi” (Video)

Sono giuridicamente riassunti per altri due mesi, ma momentaneamente sospesi, i 105 lavoratori precari in servizio al Comune di Carini, a cui, lo scorso 30 aprile, è scaduta la seconda proroga bimestrale che, l’amministrazione comunale, gli aveva concesso.

Ma fino a questa mattina, gli stessi lavoratori, non erano assolutamente stati informati del loro status, ragion per cui hanno occupato l’aula consiliare.

Poco dopo, in aula è arrivato il sindaco di Carini, Giovì Monteleone, per informarli che, sabato sera, subito dopo la seduta consiliare in cui è stato dichiarato il dissesto finanziario dell’ente locale, ha firmato una delibera, autorizzando una proroga in loro favore, con decorrenza giuridica a partire dal primo maggio, e con efficacia dal rilascio dell’autorizzazione della Commissione Ministeriale per la stabilità e la Finanza Locale, e dal decreto di assegnazione delle somme necessarie da parte della Regione.

Il provvedimento, prevede inoltre che non appena gli stessi saranno rimessi in servizio, potranno recuperare i giorni di mancato lavoro, attraverso l’aumento delle ore lavorative. Secondo il primo cittadino di Carini, il loro posto di lavoro è salvo grazie ad una legge regionale che prevede per i Comuni in dissesto, la possibilità di attingere a dei fondi “salvagente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture