Spese pazze all’Ars, Cracolici condannato a restituire oltre 300 mila euro

L’assessore all’Agricoltura ed ex capogruppo del Pd Antonello Cracolici dovrà restituire 346.317 euro per la vicenda delle cosiddette “spese pazze” all’Ars. Una inchiesta che ha già portato alla condanna di altri sei ex capigruppo: Francesco Musotto, Dino Fiorenza, Innocenzo Leontini, Rudi Maira e Titti Bufardeci.

A dare notizia della sentenza della Corte dei Conti è lo stesso Cracolici.

“Nella qualità di capogruppo del Partito democratico – ha detto – sono stato condannato a restituire circa 200 mila euro in meno rispetto alla cifra inizialmente contestata. Sono turbato per questo giudizio che arriva dopo la richiesta di archiviazione in sede penale e per le cui contestazioni il gruppo parlamentare del PD ha fornito ogni minuziosa attestazione relativa alle spese sostenute, producendo il tutto in giudizio. Ribadisco – prosegue Cracolici – di essere convinto di aver sempre gestito le risorse del gruppo Pd in maniera corretta al punto da lasciare, alla fine della scorsa legislatura, un avanzo nei conti del gruppo di circa 800 mila euro: cosa che non era mai accaduta in precedenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture