Isola delle Femmine, l’isolotto diventa a pagamento

L’isolotto che da il nome alla cittadina di Isola delle Femmine diventa a pagamento. Lo ha stabilito la Regione con un decreto firmato dall’assessore al territorio e ambiente Maurizio Croce che riguarda tutte le riserve naturali e i parchi della Sicilia. Stabilite pure le tariffe: 4 euro il biglietto intero, due euro quello ridotto. I gestori potranno aumentare o ridurre il prezzo del 50% e prevedere delle giornate ad accesso gratuito durante alcune particolari manifestazioni. La riserva, istituita nel 1997 dalla Regione Siciliana e affidata alla LIPU dal 1998, è nata per tutelare il patrimonio floristico locale e favorire la sosta delle specie migratorie. . La zona infatti è un punto strategico per le migrazioni di diverse specie di uccelli. Nell’isolotto è presente una torre restaurata ma chiusa da diversi anni e un area archeologica con resti di uno stabilimento per la produzione di una particolare salsa di pesce. Tutto intorno invece è un’area marina protetta ricchissima di vegetazione.
Entro 30 giorni, è scritto nel decreto, gli enti gestori dovranno organizzarsi per istituire anche eventuali servizi accessori a pagamento come visite guidate, escursioni, attività didattiche, stage, utilizzo di spazi aperti per attività ed eventi culturali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture