Carini. Presunta truffa su acquisto casa, donna disperata

Ha sborsato 173 mila per un’abitazione di cui non è mai entrata in possesso. E ieri in aula ha raccontato la sua storia al Tribunale. Una storia complicata dietro cui, per l’accusa, si nasconderebbe una truffa. Sotto processo ci sono sette persone e la vicenda riguarda un immobile che doveva essere costruito a Carini. Secondo quanto scrive livesicilia.it, una donna si sarebbe rivolta ad un’agenzia per acquistare una villa bifamiliare ma nonostante avrebbe speso già 173 mila euro – fra acconti, caparre e anticipo per lavori edili – oggi non è proprietaria di casa. “Mi hanno preso tutto, compreso la dignità”, ha detto in udienza. I difensori degli imputati sostengono la tesi che l’acquirente non sarebbe stata affatto raggirata, ma avrebbe firmato i vari documenti in piena coscienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture