Isola delle Femmine, caserma dei carabinieri intitolato al brigadiere Monteleone ucciso nel 1985

Ucciso a soli 34 anni nel coraggioso tentativo di sventare una rapina all’ufficio postale di Isola delle femmine. Questa mattina l’arma dei carabinieri ha ricordato il Brigadiere palermitano Antonio Enrico Monteleone, con una cerimonia di intitolazione della caserma che da oggi porta il suo nome. Si tratta di un immobile confiscato diversi anni fa alla mafia, che fu di Pietro Bruno, assegnato nel 2010 ai carabinieri.
Era la mattina del 28 novembre del 1985 quando il Brigadiere Monteleone fu ucciso, lasciando la moglie e due figlie. Era intervenuto per fermare la fuga dei rapinatori che si facevano scudo di alcuni cittadini presi in ostaggio. Di fronte ai malviventi, il Brigadiere rifiutò di conse­gnare l’arma d’ordinanza e, nonostante f­osse impossibilitato ad utilizzarla per ­non rischiare di ferire gli ostaggi, cor­aggiosamente si scagliò contro i tre, ­ingaggiando una violenta colluttazione d­urante la quale venne raggiunto al cuor­e da un colpo di pistola. Sottoposto ad ­un delicato intervento al cuore, perse la vita poche ore dopo. Alla cerimonia di intitolazione, hanno partecipato autorità militari,civili, religiose, le scolaresche e i familiari di monteleone.

aiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture