Convalidati i fermi per le persone coinvolte nell’Operazione Grande Passo 3

Il gip di Termini Imerese ha convalidato i sei fermi dei pm Sergio Demontis, Caterina Malagoli e Gaspare Spedale, eseguiti nell’ambito dell’operazione “Grande Passo 3”, con la quale è stato smantellato il mandamento di Corleone.

In manette venerdì scorso erano finiti Rosario Lo Bue di 62 anni; Vincenzo Pellitteri, 63 anni di Chiusa Sclafani; Roberto Pellitteri, 25 anni di Chiusa Sclafani; Salvatore Pellitteri, 23 anni di Palazzo Adriano; Salvatore Pellitteri, 39 anni di Corleone; Pietro Pollichino, 74 anni di Contessa Entellina. Tutti si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

I carabinieri, durante le indagini, sono anche riusciti, tra l’altro, a documentare in diretta le varie fasi di un danneggiamento che sarebbe stato compiuto contro un imprenditore di Chiusa dai giovani cugini Salvatore e Roberto Pellitteri, su ordine del padre del primo, Vincenzo. Non è emerso chiaramente quale sarebbe stato lo scopo dell’intimidazione, con la quale erano stati distrutti i vetri di un escavatore nella notte del 21 settembre 2014.

L’imprenditore si occupa di commercio al dettaglio di materiale di costruzione, ceramiche e piastrelle ed è probabile che la vicenda sia legata all’ imposizione del pizzo. Per gli investigatori, sarebbe stato Vincenzo Pellitteri ad ordinare il danneggiamento, come emerge da una intercettazione in cui lo stesso parla con Pietro Paolo Masaracchia, già sotto processo per fatti di mafia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture