Capaci. In fiamme l’auto di un carabiniere, solidarietà da “La Prospettiva”

In fiamme nella notte tra venerdì e sabato l’autovettura in uso alla famiglia dell’appuntato Daniele Favata, 44 anni, in servizio alla stazione dei carabinieri di Capaci. La Fiat Punto era parcheggiata in via Pascoli nei pressi dell’abitazione del militare. I carabinieri della compagnia di Carini hanno avviato le indagini per stabilire la matrice del rogo, non è confermato infatti al momento il dolo e in ogni caso c’è il massimo riserbo sull’accaduto. In via Pascoli sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato l’incendio. L’appuntato Favata da una decina di anni lavora a Capaci ed è molto apprezzato in paese, tanto che il movimento “La Prospettiva”, parlando di atto intimidatorio, esprime solidarietà al carabiniere e alla sua famiglia. Gli episodi delittuosi ripetuti nell’ultimo periodo a Capaci –si legge in una nota a firma di Salvo Puccio- segnalano una degenerazione del tessuto criminale verso forme di presenza sul territorio dalle modalità ancora più cruente e spregiudicate e devono essere condannate e combattute. Il proficuo e costante lavoro delle forze dell’ordine deve essere accompagnato e sostenuto dalla quotidiana testimonianza delle istituzioni e della società civile, che, proprio in giorni come questi, devono manifestare il netto rifiuto di ogni forma di violenza e di opposizione ad ogni possibilità o tentativo di penetrazione di qualsiasi atteggiamento violento o illegale, non lasciando soli chi quotidianamente affronta la frontiera del disagio sociale più grave, a cominciare proprio dalle forze dell’ordine che sono i primi ad esporsi per la tutela della sicurezza pubblica. A Daniele ed alla sua famiglia –conclude Puccio- il gruppo La Prospettiva rinnova i sentimenti di vicinanza di fronte ad un gesto così vile ed alla città di Capaci la conferma di un rinnovato impegno a sostenere insieme, in ogni momento, la cultura della legalità e di una più salda e solidale convivenza civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture