Si diffonde nel palermitano il “virus-riscatto”: vi paralizza il pc e vi chiede soldi

Una mail annuncia il rimborso di un ordine di materiale, in realtà mai richiesto, con tanto di fattura allegata. Per rendere la cosa più credibile, il messaggio è accompagnato dal nome di una ditta effettivamente esistente e da un numero di cellulare di un referente italiano. Per cadere nella trappola basta aprire l’allegato: il virus in pochi secondi cripta tutti i file del computer e lo blocca. Per rientrare in possesso dei propri dati bisogna pagare un «riscatto» da versare su un conto corrente entro 96 ore. Altrimenti si perderanno per sempre i dati salvati nel proprio pc.

È l’ultima truffa digitale nella quale sono già cascati centinaia di utenti. Le segnalazioni ci sono arrivate anche da Partinico, Montelepre e Carini. Gli utenti rimasti con il pc bloccato si sono già rivolti alla polizia postale. Il virus è una variante del già noto «cryptolocker». Oltre alla cifratura dei dati, il malware si replica utilizzando il programma di posta elettronica del computer infetto per inviare, a tutti gli indirizzi email presenti nella rubrica, un email contenente il virus stesso.

Se vi arriva una mail come quella che trovate qui sotto, fate molta attenzione!

Schermata 2015-02-02 alle 19.49.33

 

Questa è invece la schermata che vi compare una volta beccato il virus

virus

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy