Partinico, rimossi rifiuti speciali abbandonati nei pressi della Diga Jato

146 secchi di latta contenenti diluente altamente inquinante, sono stati rimossi, questa mattina, da un’appezzamento di terreno di contrada Grassuri, nei pressi dell’invaso Poma, nel territorio comunale di Partinico. Si tratta di un’area gestita da Amap e Consorzio di Bonifica Palermo 2, che gli uomini del commissariato di Polizia di Partinico avevano sottoposto a sequestro lo scorso 26 novembre. A seguito di una segnalazione pervenuta al 113, gli agenti effettuarono un sopralluogo nel sito indicato, accertando la presenza dei rifiuti speciali che qualcuno aveva precedentemente abbandonato. Come da prassi, scattò una denuncia contro ignoti. L’area venne delimitata con del nastro segnaletico bifacciale per impedire ulteriori accessi, mentre in Procura è stata avviata un inchiesta per grave inquinamento ambientale. Adesso, a distanza di circa 2 mesi dall’apposizione dei sigilli, il Magistrato titolare del fascicolo, ha disposto la rimozione dei contenitori. Questa mattina, Poliziotti, vigili del fuoco, vigili urbani, personale della società d’ambito Palermo 1 e dell’Amap, hanno proceduto al prelievo dei secchi, molti dei quali nel frattempo deteriorati dall’usura. Gli stessi sono stati momentaneamente accatastati nel deposito della servizi comunali integrati di Via Ungaretti. Sono in corso adesso ulteriori accertamenti, per verificare eventuali conseguenze che la presenza di questi materiali tossici abbiano potuto provocare al suolo e alle acque della diga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy