Partinico. Giovane disoccupata tenta truffa “nel nome” della Chiesa

Povera, disoccupata e sfrattata dall’abitazione in cui viveva, ha pensato di racimolare un po’ di denaro bussando alle porte dei partinicesi per chiedere delle offerte per i bambini malati di tumore. Una falsa colletta che una donna di 25 anni V.R, diceva di portare avanti per conto della Chiesa Madre e di essere stata incarita da Monsignor Salvatore Salvia, ignaro però di tutto. La giovane però lunedì pomeriggio è entrata a chiedere l’offerta in un’ottica di Partinico e il titolare intuendo l’imbroglio prima di consegnarle il denaro ha verificato le sue dichiarazioni, facendo delle telefonate che hanno confermato il sospetto che si trattasse appunto di una falsa colletta. L’episodio è stato segnalato alla Polizia Municipale che ha diffidato la venticinquenne dal continuare la sua raccolta fondi illeciti. La giovane non è stata però denunciata perché non è stata colta in flagranza. L’arciprete di Partinico, Monsignor Salvatore Salvia, così commenta quanto accaduto: “Capisco la povertà e l’emergenza sociale ed educativa in cui versano molte famiglie, ma ciò non giustifica la tentata truffa. Abbiamo una mensa per poveri aperta ogni giorno, invito la donna –conclude padre Salvia- a venire a mangiare da noi”
fonte: Giornale di Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy