Partinico. Accoltelò un connazionale, arrestato un rumeno

La sera di Capodanno aggredì con un coltello un suo connazionale, lasciandolo sanguinate davanti la Chiesa Madre di Partinico. I carabinieri hanno rintracciato ed arrestato per tentato omicidio Adrian Sandu rumeno di 23 anni. Il giovane dopo una lite per futili motivi aveva ferito con un’arma da taglio alla coscia, allo stomaco ed al collo Marian Iagobut di 33 anni. A soccorrerlo erano stati i carabinieri del nucleo radiomobile che avevano chiesto l’intervento di un’ambulanza del 118. L’uomo era stato ricoverato al reparto di Chirurgia dell’Ospedale Civico di Partinico. Interrogato, aveva raccontato che era stato aggredito da un connazionale dopo una lite ma non aveva fornito chiare indicazioni su chi l’aveva ferito. Le ricerche per individuare il rumeno erano iniziate sin da subito ma nell’immediatezza non avevano dato riscontro. Sandu infatti, si era disfatto del coltello e si era reso irreperibile. L’indomani però si era presentato in Caserma ammettendo i fatti. Ieri i carabinieri della compagnia di Partinico hanno dato esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, arrestando con l’accusa di tentato omicidio Adrian Sandu. Il giovane è stato rinchiuso nel carcere “Ucciardone” di Palermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy