Cinisi, due carinesi denunciati a piede libero per ricettazione

Pattugliano il lungomare adiacente a Torre Pozzillo, nel territorio di Cinisi, e notano, in vari punti del percorso, la presenza di alcuni oggetti in ferro sparsi lungo la carreggiata. Insospettiti, gli agenti di polizia privata della Ksm, hanno spinto il piede sull’acceleratore, raggiungendo una Fiat 500 carica di materiale ingombrante e prevalentemente ferroso, le cui persone a bordo, sentendosi braccate, tentano di dileguarsi e far perdere le proprie tracce, ma senza riuscirvi. I vigilantes, infatti, nel frattempo hanno chiesto rinforzi via radio e nel giro di pochi minuti, a supportare il loro inseguimento è giunta una volante del Commissariato di Polizia di Partinico. Per il conducente della fiat 500 e il passeggero accanto non c’è stato scampo. I due sono stati fermati. Guardie giurate e poliziotti, hanno così perquisito i due soggetti e la macchina i cui c’era caricato di tutto, persino degli infissi e di cui non è stata chiarita la provenienza, nonché grimaldelli ed altre attrezzature utilizzate per effettuare effrazioni. Per G.G. di 42 anni e G.S. di 22, entrambi residenti a Carini, è così scattata la denuncia a piede libero per ricettazione e trasporto illegale di materiale ferroso. Entrambi sono stati condotti al Commissariato di Polizia di Partinico per gli accertamenti di rito. Alla fine i due sono stati rilasciati, mentre il materiale rinvenuto nell’autovettura è stato sottoposto a sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy