Trappeto, minorenne accusato di rapina in manette

Un minorenne di Trappeto è finito in manette con l’accusa di rapina. Si tratta di N.L. di 17 anni. Il giovane è ritenuto responsabile, assieme ad un complice non ancora identificato, di un colpo messo a segno nel tardo pomeriggio di sabato in una salumeria del paese. I due malviventi, con il volto semicoperto da un cappellino ed armati di coltello, hanno fatto irruzione nella bottega, gestita da una donna di 73 anni. N.L. ed il complice hanno puntato l’arma da taglio contro il volto dell’anziana commerciante, costringendola a farsi consegnare l’incasso della giornata. Arraffato il bottino, 400 euro in banconote di vario taglio, sono fuggiti via dileguandosi a piedi tra le stradine della cittadina marinara. La titolare dell’attività commerciale, ancora in preda al panico, ha subito allertato i carabinieri, telefonando al 112 e raccontando quanto subito appena qualche minuto prima. I militari della locale stazione si sono subito messi all’opera. Intervenuti sul posto, hanno raccolto le testimonianze dell’esercente e di qualche cliente presente nel negozio al momento della rapina. Grazie alle descrizioni fornite dai testimoni e ad una pressante attività investigativa, i carabinieri sono riusciti ad identificare uno degli autori, il diciassettenne N.L. appunto. Il giovane è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata in concorso e su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato associato presso l’istituto per minori Malaspina di Palermo. Sono attualmente in corso ulteriori indagini per identificare il suo complice ed assicurarlo alla giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy