Processo Rostagnio. La difesa chiede perizia Dna

La Corte di assise di Trapani dinanzi alla quale si celebra il processo per l’omicidio del giornalista e sociologo Mauro Rostagno, assassinato a Valderice il 26 settembre 1988, ha disposto una perizia statistica per accertare le compatibilità emerse tra il Dna del presunto killer Vito Mazzara e quelle riscontrate nei reperti balististici, e stabilire di conseguenza se siano casuali o probanti. La Corte, nonostante il parere contrario del pm della Dda Gaetano Paci, ha accolto la richiesta delle difese degli imputati Vito Mazzara e Vincenzo Virga di nominare come propri consulenti di parte gli ex ufficiali del Ris di Parma, Luciano Garofano e Marzio Massimiliano Capra. Ad eseguire la perizia, un collegio peritale composto da esperti delle Università di Palermo e Pisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy