Primarie Pd, domani si vota

Oltre 3.000 volontari, si occuperanno domani, nell’isola, delle Primarie del PD, per eleggere tra Matteo Renzi, Gianni Cuperlo e Pippo Civati, il nuovo Segretario del partito, nonchè l’Assemblea nazionale. Solo in Sicilia sono attesi circa 100 mila votanti, tra gli iscritti alle segreterie locali, i simpatizzanti che dovranno però registrarsi all’albo degli elettori e pagare un contributo di 2 euro, i minori che hanno compiuto 16 anni di età e chi si trova fuori dalla propria provincia di residenza. La macchina organizzativa è pronta, si vota domani, dalle 8 alle 20. 442 i gazebo dislocati nei vari capoluoghi di provincia e nei comuni, 30 solo a Palermo. A Partinico si voterà al Palazzo dei Carmelitani. A Montelepre presso la sede del partito in via Monte Sabotino. A Giardinello nella Sala Albano di Corso Vittorio Emanuele. Ad Isola delle Femmine il seggio elettorale è stato allestito nella sede locale del circolo in Via Giovanni Falcone. A Capaci ci sarà un gazebo in corso Domenico Sommariva. Ad Alcamo al Centro Congressi Marconi. Ai seggi bisognerà recarsi muniti di tessera elettorale e documento d’identità. Per esprimere la propria preferenza bisogna barrare sulla scheda il nome della lista del candidato a Segretario nazionale che si intende sostenere. I seggi assegnati a ciascun collegio sono ripartiti proporzionalmente tra le liste, secondo il metodo del quoziente naturale, attribuendo tanti seggi quanti sono i quozienti pieni ottenuti da ciascuna lista. I voti residui non utilizzati vengono conteggiati a livello di circoscrizione regionale, assegnando, con il medesimo metodo i seggi non ancora attribuiti. Ulteriori seggi vengono assegnati sulla base dei migliori resti. I membri dell’Assemblea vengono eletti sulla base dell’ordine di presentazione della lista. In Sicilia sono 65 i seggi da assegnare, ripartiti in 10 collegi, così divisi: 16 Palermo, 14 Catania, 9 Messina, 7 Agrigento, 5 Caltanissetta, uno ad Enna, 5 Siracusa, 5 Trapani, 4 Ragusa. Al termine delle operazioni di voto, ciascuna sezione elettorale redigerà un verbale che verrà trasmesso alla Commissione provinciale per il Congresso che, a sua volta, trasmetterà i verbali acquisiti alla Commissione regionale, alla quale spetta il compito di attribuire i seggi e proclamare i delegati eletti all’Assemblea nazionale. Viene eletto Segretario nazionale, proclamato nel corso della prima seduta, il candidato che abbia riportato la maggioranza assoluta dei membri dell’Assemblea nazionale. In caso nessun candidato abbia riportato la maggioranza assoluta, si andrà al ballottaggio tra i primi due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy