Partinico, la denuncia dell’opposizione: nuove assunzioni

Un ingegnere, un avvocato, un assistente sociale e un informatico saranno assunti dal comune di Partinico per una spesa che sfiora i 100 mila euro annui. E’ la denuncia del gruppo consiliare Cambiamo Partinico che parla di allegra gestione della casse comunali. “Dopo almeno un decennio – dichiarano i consiglieri Gianluca Ricupati e Valentina Speciale – proprio quando la spesa per i dipendenti scende sotto la soglia dei 10 milioni di euro per il fisiologico ridimensionamento del personale con l’andare del tempo, la giunta Lo Biundo si prepara a rifocillare un organico comunale dalle dimensioni già spropositate (abbiamo 383 dipendenti tra effettivi e contrattisti).
Le cinque figure professionali inoltre saranno assunte “tramite mobilità e quindi mettendo a carico del Comune gli stipendi di chi un lavoro lo ha già”.

La maggioranza consiliare, votando favorevolmente il bilancio – dichiarano i consiglieri di opposizione – ha dato l’assenso a questa manovra poiché sono già state predisposte le somme necessarie. Questo atto è un affronto alla crisi in
cui versano tutte le famiglie del nostro paese costretti a subire l’aumento delle tasse per compiere operazioni vergognose come questa. Diciamo no e invochiamo l’indignazione di tutti i nostri concittadini!”

Cambiamo Partinico si ritiene soddisfatto per la bocciatura del “piano delle consulenze”, che prevedeva l’assunzione dell’addetto stampa del sindaco. La maggioranza ha abbandonato l’aula e il piano è stato respinto.
“Sulla gestione dei parcheggi a pagamento i cui proventi ad oggi sono poco più di 10 mila euro – dichiarano ancora gli esponenti di minoranza – il consiglio ha votato all’unanimità un nostro atto di indirizzo che chiedeva di porre in essere tutti gli atti necessari per incassare le giuste somme dovute dalla società privata a cui si è esternalizzata la gestione. I cittadini pagano il parcheggio, ma il Comune non incassa. Una vergogna -dichiarano Ricupati e Speciale – finora passata sotto silenzio, a cui va posta la parola fine.”
La maggioranza ha votato anche la messa in vendita dell’area di via Mulini, per un incasso previsto di 880.000.
Nella lunga seduta del consiglio comunale di Partinico è stato anche approvato il bilancio di previsione 2013. Votato all’unanimità un atto di indirizzo che impegna l’Amministrazione Comunale a predisporre il bilancio di previsione 2014 entro il 31 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy