Partinico. Consegnati i riconoscimenti del premio “Obiettivo Legalità”

Istituto nel 2006 per dare l’esempio di un modello di società “giusta”, il premio “Obiettivo Legalità” è giunto all’ottava edizione. Organizzato dall’osservtorio per lo sviluppo e la legalità, intitolato a Giuseppe La Franca, l’eroe borghese che ha pagato con la vita il suo “No” alla mafia, negli anni è diventato uno dei momenti più significativi per Partinico. Ieri la cerimonia di consegna dei riconoscimenti, all’auditorium del Liceo Scientifico. Entra a far parte dell’Albo d’oro l’arcivescovo di Monreale Monsignor Michele Pennisi.
I riconoscimenti di “Ambasciatore per la Legalità” sono stati attribuiti ad Amnesty Intenational, all’inviata di “Striscia La Notizia” Stefania Petix e alla stazione dei Carabinieri di Grisì
Il premio “Eccellenza del territorio” è stato consegnato all’archeologo Alberto Scuderi e alla cantante Cristina Milone, mentre il premio “Obiettivo Giovani” è stato conferito alla giornalista Martina Cannavò, all’associazione Leo Club di Partinico e all’altleta Vincenzo Corso
Premiato anche il gruppo di docenti di linguistica dell’università degli Studi di Palermo con il “riconoscimento per la ricerca scientifica”. Alla premiazione ha partecipato il deputato regionale dei “Democratici-Riformisti” Edy Tamajo e il procuratore Ignazio De Francisci presente ogni anno al premio
Soddisfatto dei risultati ottenuti finora, il presidente dell’Osservatorio per lo sviluppo e la legalità Giacomo Grimaudo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy