Partinico. Aumento tarsu, la giunta: “evitata stangata del 300%”. AreaDem: “bene l’azione della minoranza”

La giunta Lo Biundo si difende dalle accuse dell’opposizione in merito all’aumento della tassa sui rifiuti a Partinico, deliberata dal consiglio comunale con un incremento del 27% con il mantenimento del regime tarsu.
L’amministrazione comunale accusa a sua volta la minoranza:“Prima l’opposizione – si legge in un comunicato stampa – chiede a gran voce il mantenimento della tarsu, ma poi vota contro lo stesso provvedimento. Con un incremento del 27 %  la tassa sui rifiuti a Partinico ha registrato l’aumento più basso rispetto a tutti gli altri comuni del comprensorio, evitando una stangata che avrebbe potuto raggiungere il 300 % . L’amministrazione Lo Biundo è stata l’unica a contestare legalmente l’aumento incontrollato del costo del servizio rifiuti ottenendo  dal Tar la prima sentenza favorevole. Guarda caso – continua la nota – i comunisti citano questa sentenza  proprio per motivare il loro voto contrario, ma si guardano bene dal dire che è stata l’amministrazione Lo Biundo ad ottenere questo risultato. L’amministrazione – continua la nota – ha impugnato l’aumento dei costi  imposto dall’Ato Rifiuti. Aumento che deve essere contestato per via giudiziaria, ma in sede di preparazione del bilancio, le somme  del costo del servizio, devono comunque essere previste, perché  i tempi della giustizia sono diversi da quelli amministrativi. Se non avessimo agito con questo senso di responsabilità – dichiarano dalla giunta Lo Biundo –   non avremmo potuto garantire stipendi, costi di discarica e carburante . E’  troppo facile fare opposizione cavalcando il malcontento. Tutti i comuni d’Italia sono stati costretti ad aumentare le tasse per evitare il dissesto economico,  il licenziamento di centinaia di persone e l’aumento massimo di tutte le tasse comunali.  Ci dispiace constatare  che  per i comunisti,  e per una parte dell’opposizione, tutto questo non rappresenta affatto una priorità.”
Sulla questione interviene anche il comitato renziano AreaDem che invece apprezza l’azione portata avanti dal consigliere Pd Michele Chimenti e dagli altri consiglieri comunali di minoranza che si sono apposti all’aumento. “Dal 2008 ad oggi – dichiarano i renziani – cioè da quando il Comune di Partinico è amministrato dall’attuale Sindaco, il costo della TARSU per le civili abitazioni è raddoppiato ed il servizio è peggiorato.” Areadem, anche per questo motivo “invita i cittadini, a dare un segnale all’attuale classe dirigente, partecipando in massa alle primarie dell’8 dicembre e sostenendo la candidatura di Matteo Renzi a segretario nazionale del Partito Democratico.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy