Montelepre. Il Pd: “il comune si costituisca parte civile in un eventuale processo per mafia”. Petizione per l’acqua pubblica

Il Partito democratico di Montelepre chiede un’apertura al dialogo con il commissario straordinario Antonino Oddo per affrontare urgentemente alcune questioni. Prima fra tutte il ritorno alla gestione pubblica dell’acqua, così come stanno facendo altri comuni della zona dopo il fallimento di Aps.
Il Pd chiede inoltre che il comune si costituisca parte civile nel processo che a breve potrebbe scaturire dall’operazione antimafia dell’aprile scorso “Nuovo Mandamento

“Vogliamo che il Commissario collabori con noi prima di prendere le decisioni” dichiara il segretario del Pd Oriana Filingeri.”Ci sono importanti temi da affrontare, come la gestione dell’acqua”.

Il consiglio comunale negli anni passati aveva votato alcuni atti per uscire dall’Ato idrico. Il Pd da domani avvierà una raccolta firme per sensibilizzare il commissario Oddo al ritorno alla gestione comunale dell’acqua. Si potrà sottoscrivere la petizione nella sede del partito in via Monte Sabotino. “Il comune è nelle condizioni di gestire il servizio idrico” dichiara l’ex consigliere Faro Sapienza, esponente del Pd.

INTERVISTE NEL TG DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy