Giardinello, acqua inquinata da mercurio

Emergenza inquinamento da mercurio a Gardinello. Ad essere contaminate, sono le acque dei due pozzi di contrada Uliveto che approvvigionano la rete idrica comunale del paese. Dall’esame microbiologico effettuato su un campione di acqua prelevato dalle cisterne in questione, è emersa la presenza di 4 microgrammi del metallo; una quantità che supera decisamente il parametro minimo di 1 microgrammo previsto dalla legge. L’unità Operativa Complessa di Igiene degli Alimenti, Sorveglianza e Prevenzione Nutrizionale dell’Asp di Palermo, ha comunicato i dati al Comune di Giardinello che a sua volta ha lanciato l’allarme alla popolazione. Il sindaco Giovanni Geloso ha emesso un’ordinanza contingibile ed urgente che vieta l’uso potabile dell’acqua che scorre nei rubinetti di tutte le abitazioni del paese. A tutela della salute pubblica, il divieto è stato esteso anche per la preparazione degli alimenti. I cittadini potranno utilizzare l’acqua solo ed esclusivamente per scopi igienici. Nel provvedimento, il sindaco Geloso, ha anche disposto la nomina urgente di un professionista in grado di verificare e confermare i valori del mercurio in tutte le fonti idriche di approvvigionamento utilizzate dall’ente locale e distribuite attraverso le proprie condutture. L’inquinamento da mercurio è assai grave per la salute. Il metallo accumulato nell’organismo umano e in lunghi periodi genera patologie. Esistono diversi casi in Italia di intossicazioni di intere popolazioni attraverso alimentazione di cibo e acqua carichi di mercurio. L’origine della contaminazione non è ancora definita, sono fondamentali serie valutazioni geologiche, ma non è escluso che ad inquinare i pozzi, possano essere stati scarichi nocivi presenti anche nel raggio di 200 metri. Contrada Uliveto è una zona molto isolata e poco transitata. Dati di fatto che rendono l’area appetibile a malintenzionati che vogliono disfarsi di qualsiasi cosa. Sono decine le discariche a cielo aperto che invadono i terreni circostanti. Rifiuti di ogni genere ed eternit, sono stati più volte abbandonati sul posto. Non è da escludere, quindi, che la causa di inquinamento da mercurio dei due pozzi derivi proprio dalla presenza di rifiuti o scarichi inquinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy