Controllo integrato del territorio. Il bilancio dell’operazione tra Partinico e Terrasini

149 persone controllate, un centinaio di vetture fermate ai posti di blocco, 25 multe elevate per violazioni al codice della strada per un ammontare di circa 7000 euro, 10 mila euro il totale delle sanzioni amministrative comminate ad esercizi pubblici tra Partinico e Terrasini, quattro automobili sequestrate per mancanza del tagliando assicurativo. E’ il bilancio del dispostivo interforze durato tre giorni e che ha visto la collaborazione tra il commissariato di Polizia di Partinico, la Guardia di Finanza, la capitaneria di porto di Terrasini, l’ufficio veterinario dell’ASP6 e la polizia municipale. Le verifiche hanno riguardato pure le persone, circa una trentina, sottoposte a misure di prevenzione di polizia giudiziaria. Nello specifico poi, a Partinico un supermercato è stato sanzionato per commercializzazione di prodotti ittici scaduti, mentre un autosalone per erronea tenuta dei registri di compravendita delle macchine usate. Le ispezioni hanno riguardato bar, sale giochi, pizzerie, ristoranti e pescherie, alcune delle quali multate per mancata etichettatura e tracciabilità dei prodotti ittici. Il controllo integrato del territorio ha preso il via lo scorso mercoledì e si è concluso ieri sera. Giorno 4 dicembre sono state controllate 37 persone, giovedì 72 e venerdi 40. Il dispositivo interforze è stato ordinato dal Questore di Palermo, Nicola Zito e coordinato dal vice questore del commissariato di Partinico Salvatore Siragusa, con l’obiettivo di prevenire e reprimere l’illegalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy