Carini. Cassa integrazione per lavoratori Ansaldo Breda, ieri la visita dell’Arcivescovo

Dal 7 gennaio 150 dipendenti dell’Ansaldo Breda di Carini saranno in cassa integrazione ordinaria a zero ore per 13 settimane per assenza di nuove commesse. E’ quanto ha comunicato Finmeccanica, che controlla lo stabilimento.
La notizia è arrivata nel pomeriggio, pochi minuti dopo la visita dell’arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi, che insieme ai parroci Angelo Inzerillo, Pietro Macaluso e al diacono Lorenzo Cicala, ha voluto comunicare la vicinanza della chiesa in questo delicato momento.
I sindacati annunciano nuove iniziative di protesta e annunciano che . “Finmeccanica ha rinunciato a partecipare a una bando di gara per la ristrutturazione di 300 carrozze di media distanza. Se la società si fosse aggiudicata la gara, avremmo avuto un lavoro a Carini per altri 5 anni – dice Alessandro Bucoli della Fiom – Oggi, invece, ci comunica l’avvio della cassa integrazione. Tutto questo e’ inaccettabile e conferma che l’obiettivo del gruppo e’ dismettere la fabbrica di Carini”.

L’arcivescovo Pennisi ha ascoltato con attenzione la difficile questione dell’Ansaldo Breda. Gli operai hanno affidato le loro preoccupazioni ad una lettera consegnata all’alto prelato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy