Revocato l’allarme diossina nei comuni di Giardinello, Montelepre, Carini e Borgetto

L’attesa revoca è finalmente arrivata. L’assessorato regionale alla Salute ha cancellato il decreto assessoriale che vietava la produzione, la commercializzazione e l’uso dei prodotti agricoli dei terreni colpiti dal rischio diossina, sprigionata dall’incendio della discarica di Bellolampo avvenuto nell’estate del 2012. Un decreto che vietava anche la macellazione di carni locali provenienti da allevamenti che pascolavano in zona. Scongiurati, quindi, i pericoli per la salute pubblica nei comuni di Giardinello, Montelepre, Carini e Borgetto, dove gli allevatori e i produttori agricoli possono tornare a lavorare con estrema tranquillità. E ciò grazie all’impegno soprattutto del sindaco di Giardinello Giovanni Geloso, che ha spinto gli organi competenti ad accelerare l’iter per arrivare alla revoca del decreto, in vigore fino a ieri nonostante le analisi sui campioni prelevati dalla cosiddetta zona di protezione da rischio diossina e Pcb avessero già escluso da mesi, la presenza delle sostanze tossiche nell’intero territorio. Il primo cittadino di Giardinello ringrazia er la collaborazione tutti gli enti competenti che hanno contribuito a raggiungere il risultato ed in particolare l’allevatore locale Nicola Galati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy