Omicidio nelle campagne di Borgetto, Licari avrebbe preso il caffè con i killer

S’indaga sull’omicidio di Baldassare Licari, l’ex operaio della Provincia ucciso con quattro colpi di pistola calibro 7,65. Tre sono stati sparati al corpo e uno alla tempia mentre Licari si trovava in macchina e tentava di fuggire.

Secondo quanto hanno accertato gli uomini della squadra mobile, coordinati da Carmine Mosca capo della omicidi, l’ex cantoniere avrebbe avuto un incontro con il killer. Nella villetta di Licari c’erano tre tazzine da caffè. All’interno dell’abitazione, in aperta campagna tra Borgetto e Montelepre, sarebbe scoppiata la lite.

La vittima comprendendo che era in pericolo avrebbe cercato la fuga. Ma qui è stato raggiunto e ucciso. Per tutta la notte al commissariato di Partinico sono stati interrogati i familiari, amici e i vicini di casa con cui l’uomo aveva avuto in passato attriti per alcuni confini. Ancora non è chiaro il movente anche se viste le modalità gli investigatori escludono al momento la pista mafiosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy