Mafia. Il pentito Giuffrè, “carte Riina a Messina Denaro”

“Credo che parte dei documenti presi a casa di Toto’ Riina siano finiti a Messina Denaro”. Lo ha rivelato, deponendo al processo sulla trattativa Stato-mafia, il pentito Nino Giuffrè. Il collaboratore di giustizia ha risposto alle domande del legale degli ufficiali dell’Arma, Mario Mori e Antonio Subranni. “Provenzano mi disse che a casa di Riina c’erano documenti, tra cui lettere che i due si erano scritti”, ha aggiunto. Il covo fu ripulito subito dopo l’arresto del boss
ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy