L’atleta Moskalenko resta in cella, ma cadono due accuse

L’ex campionessa olimpionica Larisa Moskalenko resta in carcere. Sono cadute però due ipotesi di reato nei suoi confronti, e cioè la partecipazione ad una sorta di tratta internazionale di schiavi e ad uno dei quattro rapimenti, alcuni riusciti e altri solo tentati, scoperti dalla Procura della Repubblica e dai carabinieri del comando provinciale di Palermo.

La donna, che gestiva una ditta di noleggio barche tra Carini e Capaci, avrebbe fornito appoggio logistico e mezzi all’organizzazione internazionale che avrebbe rapito bambini contesi fra coppie di genitori separati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy