L’Ars dichiara guerra a chi non paga i biglietti dell’autobus

La commissione Trasporti dell’Ars dichiara guerra agli utenti che non pagano il biglietto sugli autobus con una proposta shock: “Pignorare i beni a chi non paga il ticket”
La novità sta nel fatto di aumentare gli strumenti, per le aziende di trasporti per recuperare, tramite decreto ingiuntivo, le contravvenzioni non pagate, trasformando così le multe in sanzioni amministrative e non più pecuniarie.
Secondo la commissione Trasporti dell’Ars, guidata dal grillino Giampiero Trizzino, in Sicilia le corse in bus senza biglietto causano un’evasione di circa 20 milioni di euro all’anno.
La proposta, avanzata dal deputato del Pds-Mpa Vincenzo Figuccia, prevede, entro 60 giorni, in caso di multa non pagata, la possibilità per il direttore dell’azienda di trasporto di emettere un’ordinanza-ingiunzione che costituisce titolo esecutivo.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy