Giardinello, rapina a mano armata in un’agenzia assicurativa

Sono stati attimi di puro terrore, quelli vissuti ieri pomeriggio dal titolare di un’agenzia assicurativa di Giardinello, Federico Terranova e da 4 suoi clienti. Erano da poco passate le 17,30, quando due uomini e una donna, arrivati a viso scoperto fino all’ingresso dell’ufficio che si trova nella centralissima piazza Piazza Diaz, si sono introdotti all’interno dei locali. Una volta dentro, hanno subito travisato il volto con dei passamontagna e si sono messi all’opera. Dapprima hanno chiuso la porta della saletta d’attesa. Uno di loro, ha poi puntato una pistola sul volto dell’assicuratore. Federico Terranova si è visto poggiare la canna dell’arma sulla propria guancia. Gli altri due malviventi, invece, hanno immobilizzato e minacciato le 4 persone presenti per farsi consegnare il denaro che avevano in tasca. Gli stessi, con violenza, sono poi stati spinti in una stanza attigua e chiusi a chiave. La rapina è stata fulminea. Nel giro di pochi minuti, dopo avere arraffato il denaro, il commando è uscito di corsa dall’agenzia per salire a bordo di un’utilitaria di colore grigio scuro, con a bordo altri due complici che li attendevano fuori con il motore della vettura acceso. L’automobile è così scattata a grande velocità per far perdere le proprie tracce. Magro il bottino: appena 350 euro in banconote di vario taglio ed un assegno in possesso del titolare della Broker Point, l’agenzia assicurativa presa di mira dai rapinatori. Federico Terranova, che personalmente, oltre al titolo, ci ha rimesso solo 80 euro, ancora in preda al panico, ha subito allertato il 112. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri della stazione di Montelepre che hanno eseguito i rilievi di rito e raccolto le testimonianze dei clienti. I militari sono stati raggiunti dai colleghi del nucleo radiomobile di Partinico e da una volante della polizia di stato che ha collaborato nelle operazioni di controllo, disposti nell’immediato lungo le vie di accesso al paese e nei comuni limitrofi; ma dei malviventi, nessuna traccia. Secondo quanto hanno riferito le vittime della rapina, ad agire sarebbero state persone originarie del territorio circostante. Il loro accento, infatti, non avrebbe avuto inflessioni dialettali palermitane, ma piuttosto locali. Tutti di bassa statura e dell’età apparente fra i 35 e i 40 anni, indossavano dei passamontagna; mentre le loro mani erani coperte da guanti neri di pelle. Il grave episodio malavitoso ha messo in allarme l’intera comunità locale. Anche l’amministrazione comunale di Giardinello è preoccupata per quanto accaduto al proprio concittadino, così come dice l’assessore alla polizia municipale Gabriele Brusca che auspica di poter realizzare in paese un servizio di videosorveglianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Hide picture Privacy Policy